Beniamino Fabiani

Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
[`yahoo` not found]

…tutto al femminile.
Già dalla filosofia classica, o, ancora meglio dai più antichi miti sappiamo che in ognuno di noi vi è femminino e mascolino e la psicologia contemporanea ne fa un cavallo di battaglia. Così Beniamino Fabiani ci svela senza remore la semantica della sua parte rossa, del suo femminino. Le sue opere sono un vero e proprio elogio della Donna, delle sue peculiarità senza mai cadere nell’ovvio e nello scontato.
La dolcezza,
la raffinatezza,
la sensualità,
la maternità,
la filiformità dell’essere donna.
beniamino-fabianiL’artista non teme mediocrità, non teme richiami all’ordine, non teme la sua essenza, non teme l’oltre, l’andare al di là dei preconcetti, delle barriere, ma anzi le scavalca in un continuo galoppo verso la peculiarità. Grazie all’artista anche l’uomo più rude si addolcisce davanti alla dolcezza dell’immagine contemplata e il suo pensiero vaga verso universi paralleli che sono destinati a congiungersi all’infinito. Rayon Queneau un famoso letterato francese avrebbe chiamato le opere di Fabiani “Esercizi di stile”, infatti lo stile del Maestro non hanno una poetica unitaria , bensì stilemi che toccano svariate dimensioni: donne straziate dal dolore, visionarie e sensualmente fiere di essere lì proprio in quel momento, un vecchio attento alla vita. Dopo tutte queste poetiche del novecento assolutamente lontane dal realismo Fabiani ci porta in un mondo visualmente comprensibile anche se comunque ci ammalia con la domanda “chi sarà?” ma l’artista lavora per allusioni suggerendo e lasciando emergere dettagli e precise notazioni in relazione alle immagini. L’artista diventa riconoscibile grazie alla rappresentazione dell’umanità dei suoi soggetti, nel selezionare in maniera ravvicinata i propri soggetti, egli opta soprattutto sulle semplificazione e gli stereotipi ricevuti e filtrati dal vasto mondo di riferimenti visivi adoperandoli come mezzo d’ispirazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *